4 aprile 2016

Test Cabrinha Radar 2016

Radar 2016 Versatile Crossover

Test Radar 2016

Il radar si afferma per il secondo anno grazie alle sue doti di grande versatilità.

Il kite ha mantenuto la stessa costruzione tecnica, l’unica differenza è nello shape il quale è stato curvato leggermente di più rispetto alla precedente modello, questo permette al Radar una più veloce penetrazione della finestra e una ripartenza dall’acqua ancora più veloce.

Per chi non lo conoscesse il Radar ( versatile freeride/crossover ) è il kite più versatile, semplice e adattabile prodotto dalla linea Cabrinha con questo kite possiamo divertirci nelle varie discipline del kitesurf con condizioni di vento leggero o molto spinte.

Il Radar è un’ala ibrida, brigliata, con 3 struts ed uno shape molto curvato il quale fa acquisire al kite le seguenti doti:

 – ripartenza fulminea dato che quando il kite è in acqua, l’unica parte di LE che è a contatto con l’acqua è quella centrale lasciando cosi liberi da attrito i tips i quali grazie a un piccolo impulso dalla barra, sono liberi di ruotare su se stessi portandosi in pochi secondi nella posizione di ripartenza.

– grande depower (quindi range di vento più ampio);

– bassa pressione sulla barra;

– impulso immediato dalla barra al kite;

– penetrazione facile e veloce della finestra;

– turning speed elevato;

– rotazione dell’ala su se stessa (a differenza dei c-kite che compiono un giro ampio nella finestra).

Grazie a tutte queste abilità combinate, il risultato che ne viene fuori è un’ala che permette ad un rider principiante di imparare facilmente ed in sicurezza con il massimo del comfort, ma allo stesso tempo offrono divertimento, per i raider medio/avanzati che voglio incrementare le proprie skills o divertirsi con condizioni di vento particolari nel freestyle, wave e freeride.

Per finire  il Radar è ottimo per tutti quei rider che non vogliono essere fossilizzati su determinate caratteristiche o discipline che richiedono kite particolarmente tecnici quali Chaos o Drifter o Velocity, permette a tutti di fare tutto in tutte le condizioni di vento, non a caso viene considerato un  vesratile freeride/crossover.

Test By Alessandro Gugliata.
Kitesurfing Ostia.

Post correlati